Nel girovagare per l’italia non poteva mancare un giro a Venezia e nelle sue isole. Sicuramente di grande fascino e molto particolare è l’isola di Burano.

Burano fa parte delle isole della laguna di Venezia, in veneto. La sua caratteristica sono le case colorate che si riflettono con i loro colori brillanti sulle acque che attraversano l’isola.

Burano è famosa per il suo merletto artigianale, ma è possibile trovare anche artigiani che lavorano il vetro come a Murano.

Ci sono 5 piazze da visitare, in Piazza Galuppi dove è situata la Chiesa di San Martino Vescovo all’interno si trova una famosa tela di Gian Battista Tiepolo. Al fianco della chiesa si erge la Cappella di Santa Barbara. Sempre nella stessa piazzetta si trova il Museo del Merletto, il Palazzo del Municipio, il pozzo fatto interamente in pietra d’Istria e la statua di Baldassare Galuppi eseguita da Remigio Barbaro, noto scultore Buranello.

Tra le viuzze di Burano si possono ammirare i vari capitelli posti all’entrata delle calli fino ad arrivare alla casa più famosa dell’isola: “la Casa di Bepi Suà” dipinta con l’utilizzo di moltissimi colori, divisi in forme geometriche.

Museo del negozio ‘Dalla Lidia’

Molto particolare e con pezzi unici il museo del negozio Dalla Lidia dove troviamo una collezione di ventagli, tra i quali troneggia uno maestoso appartenuto a Luigi XIV “Re Sole” (1638-1715). Nella Galleria sono esposti dei bellissimi pagliotti e pizzi di varie epoche, comprese tra il 1.500 e l’attuale, lavorati con filati pregiati dal titolo 4000 al 40, il 40 è l’attuale filo dei merletti “moderni”. Nella prima saletta, fa mostra di sé, quasi solista nell’orchestra, unico al mondo un leggero e raro vestito da sposa tutto lavorato ad ago del XVIII secolo. In una vetrinetta possiamo ammirare un copriletto ricamato dalla contessa Maria Walevska per il figlio di Napoleone Bonaparte.

Articoli correlati

Tags: