E’ si forse il titolo doveva essere differente ma è meglio così. Perché differente? Semplice ci stava di più ‘metti un disperato in una stazione e cancella gli scandali’. Ma sarei stato additato di razzismo. Visto che il mio pensiero non c’entra nulla con i poveri disperati che cercano futuro migliore rischiando la vita attraversando paesi in guerra, deserto e infine mare. Il mio pensiero è strettamente una riflessione.

Leggendo sui giornali domenica (sul fatto quotidiano) che sono pochi di più del 2014 gli sbarchi del 2015 in Italia. E’ la domanda nasce spontanea, perché ora questi disperati li troviamo nelle stazioni, accampati nei piazzali? Riflettendo un attimo… eh si mafia capitale. Ora tra arresti, indagati e altro ci accorgiamo che il disperato è un affare peccato la magistratura abbia capito e ora fa indagini. Ovviamente fino a prova contraria sono tutti innocenti. Però un po’ un pensiero maligno viene guardando questi disperati che lo scorso anno mai hanno bivaccato nelle stazioni o piazzali bene o male sono sempre stati ‘sistemati’ (come lasciamo perdere) e ora sono scaricati in punti belli in vista per giornalisti e tv… forse che forse così si parla di loro e non di altro? Sono troppo ignorante per saperlo. Era giusto un pensiero del mattino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.